Lampi di Genio a Ovest di Conegliano


etichette brand marketing comunicazione
Lampo, Capifosso e Belgelso, Borgoluce.

Il nome di questa azienda agricola "a tutto spettro", che produce vino ma anche olio, miele, salumi e altro, è già molto significativo: "Borgoluce". In una breve parola, sia pure composita, risiedono molti significati. Da "Borgo", la storia, la cultura, la "struttura" delle campagne italiane, a "Luce", elemento essenziale per la vita in generale e per la vite in particolare, con tutte le altre, infinite, sue valenze. Il nome aziendale "Borgoluce" viene accompagnato in logo da una raffigurazione che potrebbe assimilare al sistema solare, quindi un richiamo al sole e comunque all'energia dell'universo. Pochi i vini prodotti, ma significativi i nomi. Tra questi scegliamo Lampo, Capifosso e Belgelso. Nell'ordine un Prosecco, un vino rosso da Merlot e Cabernet e un vino bianco da Chardonnay, Sauvignon e Tocai. Lampo, accompagnato da una grafica in etichetta che ne sostiene il significato e il concetto, sembra fare il verso al nome aziendale: un Lampo nel Borgo della Luce... dalla luce del sole a quella, nella notte, di un fulmine temporalesco. Energia che si sprigiona, in ogni caso, e che si ripropone nei fermenti vinosi e nei nettari con essi ottenuti. Bello anche "Capifosso", nel suo significare nulla in particolare, ma richiamante immagini e sensazioni rurali, con una fonetica simpatica e suadente, non estremamente memorabile, ma "funzionante" nella sua finzione (e funzione) neologistica. E infine Belgelso, omaggio alla bellezza della natura e probabilmente a un fusto d'antan nei pressi dei vigneti. I nomi evocano, il palato invoca: il risultato finale è propizio.